La moneta della Bulgaria, o moneta bulgara, è chiamata Lev. Il Lev viene utilizzato dalla Bulgaria, come valuta ufficiale, sin dal 1881. Il Lev si divide in 100 centesimi che prendono il nome di stotinki. 100 stotinki corrispondono quindi a 1 Lev.

Set Completo di tutte le monete bulgare. E’ anche presente una moneta da 10 stotinki del vecchio lev

 

La Bulgaria non usa l’Euro

La Bulgaria è uno di quegli stati dell’Unione Europea che non usa l’Euro come moneta e rientra quindi tra le monete Europee non Euro. Per conoscerne il motivo è necessario parlare un po’ della storia della valuta della moneta bulgara.

Come già detto il Lev iniziò a circolare nel 1881. Negli anni novanta in Europa una delle monete più forti era il Marco Tedesco e si cercava di equiparare le altre monete europee al Marco. All’epoca quindi per 1 Marco occorrevano 1000 Lev. Nel 1999 la Banca Centrale Bulgara decise di introdurre sul mercato un nuovo Lev che avesse un valore differente in modo che fosse pari al valore del Marco. Il nuovo Lev aveva quindi il valore di 1000 vecchi Lev.

La Bulgaria entrò nell’Unione Europea il 1° gennaio del 2007. Entro l’1 gennaio del 2013 l’euro sarebbe dovuto diventare la moneta della Bulgaria ma il Governo nel 2010 decise di rimandare la decisione del rimpiazzo del Lev a data da definire.

 

Monete Bulgare: gli Stotinki



Abbiamo detto che 100 Stotinki equivalgono ad 1 Lev. Attualmente sono in uso le monete da 1 stotinka, da 2 stotinki, da 5 stotinki, da 10 stotinki, da 20 stotinki e da 50 stotinki. Per le monete da 1, 2 e 5 stotinki è stata utilizzata un materiale a base di bronzo ed acciaio. Per le monete da 10, 20 e 50 stotinki sono stati invece utilizzati zinco, nichel e rame.

Gli stotinki si riconoscono molto facilmente anche senza conoscere il bulgaro. Su ciascuna moneta è infatti presente il valore nominale su una facciata mentre sull’altra il Cavaliere di Madara. Per chi non ne fosse a conoscenza il Cavaliere di Madara è un opera scolpita nella roccia presente a Madara, una città del Nord della Bulgaria, vicina a Sumen.

Il Cavaliere di Madera è quindi impresso nella roccia ed è raffigurato mentre conficca un leone con la propria lancia. La scena è simbolo di una vittoria militare. Secondo gli studi effettuati tale scultura dovrebbe essere stata creata nell’anno 710. Ad oggi il monumento fa parte dei Patrimoni dell’Umanità e dell’UNESCO.

 

Lev Bulgaro

Moneta da 1 Lev raffigurante San Ivan Rilski

 

Per quello che riguarda il Lev Bulgaro, nella versione monetaria, esiste solo il pezzo da 1 Lev. Sulla moneta da un Lev è raffigurato San Ivan Rilski.

La moneta da 1 Lev ha un diametro di 24,5 mm e pesa 7 grammi. Si riconosce facilmente dalle altre monete in quanto, oltre ad essere più grande e a non raffigurare il Cavaliere di Madera, è l’unica moneta bimetallica. Presenta infatti l’interno di colore argento e l’esterno dorato.

Nel 2015 è stata coniata una moneta da 2 leva ma si tratta di una moneta commemorativa raffigurante Paisii Hilendarski.