Abbiamo già visto nella precedente guida dedicata alle monete in euro che attualmente sono in uso, nelle Nazioni che hanno aderito all’utilizzo dell’Euro, otto differenti monete. Ci sono però altre nazioni d’Europa che non fanno uso della moneta unica. Vediamo in questa pagina quali sono questi Stati e quali sono le monete europee da loro utilizzate.

Prima Emissione Nazionale dell’Euro, serie di monete a corso legale del 2002, da parte dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.

 

Monete in Euro

Nello specifico l’Euro utilizza sei monete dal valore unitario in centesimi (1 centesimo, 2 centesimi, 5 centesimi, 10 centesimi, 20 centesimi e 50 centesimi) e due monete dal valore unitario in euro (1€ e 2€).

Abbiamo anche visto che ciascuno Stato ha la possibilità di personalizzare una delle due facce di ciascuna moneta, rendendole così maggiormente appartenenti al Paese specifico che le ha emesse ed una ghiotta occasione per i collezionisti e gli appassionati di numismatica.

Per quello che riguarda la faccia in comune con tutte le monete in euro, queste sono state realizzate dalla Zecca Reale Belga da Luc Luycx.

 

Monete Commemorative da 2€

Abbiamo anche visto che le monete da 2€ sono personalizzabili in base a dei momenti storici o a particolari eventi o monumenti dello Stato che li emette. Si tratta quindi di monete da 2 euro che vengono coniate appositamente per celebrare o per commemorare qualcosa. Altra ottima proposta per chi ama collezionare monete europee.

 

Le Altre Monete Europee

Non tutti i Paesi d’Europa utilizzano l’Euro. Quando parliamo di monete europee non dobbiamo quindi pensare solo all’euro bensì dobbiamo pensare anche a quelle monete, o meglio valute, che vengono utilizzate anche da quegli Stati che fanno parte dell’Europa ma che non fanno ancora oggi utilizzo della moneta unica.



 

Chi usa l’euro e chi non usa l’euro

L’Euro viene attualmente utilizzato in Austria, nel Belgio, a Cipro, in Estonia, in Finlandia, in Francia, in Grecia, in Irlanda, nella nostra amata Italia, in Lettonia, in Lituania, in Lussemburgo, a Malta, in Olanda (Paesi Bassi), in Portogallo, in Slovacchia, in Slovenia, in Spagna ed in Germania.

Ci sono poi degli Stati che utilizzano l’euro nonostante non siano appartenenti all’Unione Europea e sono Andorra, Monaco, la Repubblica di San Marino e il Vaticano. Questi Paesi dispongono di una moneta propria. Esistono poi altri Stati non facenti parte dell’Unione Europea dove però è possibile ugualmente utilizzare l’euro ma che a differenza degli ultimi Stati elencati non possiedono l’euro come valuta ma ne fanno comunque largo uso e sono il Kosovo ed il Montenegro.

 

Monete Europee non Euro

Esempio di moneta europea non euro: un Leu della Romania

 

Ci sono Paesi d’Europa che non utilizzano l’euro. Quali sono? I Paesi europei che attualmente non fanno uso dell’euro sono la Turchia, la Svizzera, la Svezia, la Serbia, la Romania, la Polonia, la Norvegia, la FYR Macedonia, l’Ungheria, la Gran Bretagna, la Danimarca, la Repubblica Ceca, la Croazia, la Bulgaria e la Bosnia Erzegovina.

In Turchia viene ancora utilizzata la Lira Turca. In Svizzera viene invece utilizzato il Franco Svizzero. La valuta della Svezia è la Corona Svedese mentre in Serbia si fa uso del Dinaro Serbo.

La moneta della Romania è il Leu romeno mentre in Polonia si utilizza lo Zloty Polacco. La Norvegia ha come valuta la Corona Norvegese, la FYR Macedonia ha il Denaro Macedone e l’Ungheria ha il Fiorino Ungherese. La Gran Bretagna utilizza la famosissima Sterlina mentre la valuta della Danimarca è la Corona Danese. Nella Repubblica Ceca si utilizza la Corona Ceca, in Croazia la Kuna Croata, in Bulgaria il Lev Bulgaro ed infine, in Bosnia Erzegovina si usa il Marco Bosniaco.