La valuta della regione amministrativa speciale di Hong Kong è il dollaro, detto appunto di Hong Kong. Il suo codice ISO 4217 è HKD, tale valuta viene abbreviata con il simbolo del dollaro, oppure in “HK$” a distinzione dal resto delle valute in dollari.

Il dollaro di Hong Kong viene suddiviso in 100 cent o 1000 mil.

 

Moneta da 2 Dollari di Hong Kong del 1975

 

STORIA DEL DOLLARO DI HONG KONG

Nel 1841, quando il porto di Hong Kong venne fondato come porto libero per lo scambio, non vi erano valute in vigore.

Ad essere utilizzate erano quindi le valute straniere come la rupia indiana, i dollari spagnoli, le sterline britanniche, i reales messicani, i wén cinesi.

In seguito a perdite finanziarie, la zecca di Hong Kong venne chiusa nel 1868.

Come sostituzione alle monete in dollari vennero utilizzati i trade dollar realizati in argento di Stati Uniti, Regno Unito e Giappone. Il 1895 vide la comparsa di una nuova legislazione atta a regolamentare la coniazione.

Soltanto nel 1937 il corso legale di Hong Kong fu finalmente unificato e nel 1939 il dollaro fu agganciato al cambio fisso di 16 dollari = 1 sterlina (1 dollaro = 1 shilling 3 penny).

Durante il periodo dell’occupazione giapponese lo yen militare giapponese divenne l’unico mezzo per gli scambi e nel 1943 divenne l’unico mezzo legale di pagamento. A seguito della liberazione Hong Kong riprese il controllo sull’emissione della valuta, mentre lo yen venne dichiarato non più valido.



La Legge Fondamentale di Hong Kong e la Dichiarazione Congiunta Sino-Britannica stabiliscono il mantenimento della piena autonomia rispetto all’emissione di valuta di Hong Kong.

La valuta viene messa dal governo e da tre banche centrali sotto la sua supervisione.

Le monete sono suddivise in 10, 20, 50 cent e 1, 2, 5, 10 dollari. Nel 1863 vennero introdotte le monete da 1 mil da 1 e 10 cent, seguite poi da quelle del 1866 da da 5 e 20 cent e da ½ ed 1 dollaro.

La moneta da 1 mil e da 1 cent furono coniate in bronzo, mentre il resto delle monete era coniato in argento. La produzione di queste monete cessò negli anni successivi e nel 1935 furono introdotte monete in cupronichel da 5 e 20 cent, sostituite da monete in nichel nel 1937 e da una lega nichel-ottone nel 1949. Nel 1951 furono introdotte le monete in nichel-ottone da 50 cent.

Nel 1960 fu introdotta la moneta da 1 dollaro realizzata in cupronichel, seguita nel 1975 da quella in nickel-ottone da 20 cent ed in cupro-nickel da 2 dollari e quella decagonale da 5 dollari in cupronichel. Nel 1993 fu introdotta invece la moneta bimetallica da 10 dollari.

Le monete con il ritratto di Elisabetta II furono ritirate a partire al 1993, anche se si trovano ancora in circolazione e hanno corso legale.

Quasi tutte le monete di Hong Kong presentano la Bauhinia blakeana, un fiore di Hong Kong.

 

Quanto Valgono le Monete di Hong Kong

Hong Kong 10 DOLLARI 1994 BIMETALLICO: in vendita al prezzo di 4 euro.

1 DOLLARO 1973 ELISABETTA II HONG KONG: in vendita al prezzo di 6 euro.

HONG KONG ONE 1 DOLLARO 1978: in vendita al prezzo di 1 euro.

Moneta Coin HONG KONG 1 Dollaro 1979: in vendita al prezzo di 5 euro.

HONG KONG 1 DOLLARO/1 DOLLAR 1994: in vendita al prezzo di 2 euro.