Monete di Valore

Quali sono le Monete Rare in Lire, in Euro e Antiche

Numismatica cos’è e cosa studia



La parola numismatica deriva dalla parola numisma che a sua volta deriva dalla parola nomisma, ossia moneta.

Oggi con il termine numismatica si intende lo studio della moneta, sia dal punto di vista scientifico che dal punto di vista storico, analizzando le varie forme che le monete hanno avuto nel tempo e nel corso delle varie epoche e analizzandole quindi dal punto di vista geografico, artistico e anche da quello economico. Molto spesso però, quando si collezionano monete, o per indicare una collezione di monete, si utilizza impropriamente il termine numismatica.

Cosa Studia la Numismatica?

Possiamo parlare di storia, di eventi geografici e politici, di economia e tanto altro ma alla fine la numismatica si occupa dello studio delle monete. Tutto qui? No, affatto, la moneta non è l’unico oggetto studiato dai numismatici, in questo settore rientrano anche altre forme di denaro come per esempio la moneta cartacea (cioè le banconote, monete di carta), i mezzi di pagamento pre-monetari (ossia quegli oggetti che venivano utilizzati prima della nascita della moneta, vedi Aes Rude utilizzato dai Romani prima di coniare le prime monete). La numismatica si occupa inoltre dello studio di medaglie, medaglioni, medagliette religiose (dette anche medaglie devozionali) e di gettoni (come per esempio i gettoni telefonici).

Tutti questi oggetti vengono analizzati e studiati dal numismatico su tanti punti di vista. La storia, la geografia, l’economia, il processo di produzione ed i metalli utilizzati (o altri materiali) sono solo alcune delle particolarità a cui il numismatico dedica il proprio interesse.



Molto spesso nell’interesse della numismatica si aggiungono ulteriori metodi di pagamento, anche se non tutti i numismatici saranno d’accordo, spesso vengono studiati anche gli assegni e le carte di credito.

 

Perchè Studiare le Monete?

Spesso ci si chiede per quale motivo si studiano le monete, oltre agli altri oggetti che hanno interesse numismatico.

La risposta, soprattutto per quello che riguarda le monete e gli oggetti utilizzati come pre-monete, sta nel fatto che ci sono stati dei periodi storici dove le fonti scritte arrivate sino a noi sono pochissime. Le monete in questi casi rappresentano quindi un’enorme fonte d’informazione che ci aiuta a capire tante cose delle popolazioni del passato.

Le monete vengono utilizzate anche per capire l’età di alcuni ritrovamenti. Facciamo l’esempio del ritrovamento di una sepoltura di origini romane o greche. Grazie alle monete spesso ritrovate è possibile sin da subito effettuare una prima datazione storica del ritrovamento effettuato. Archeologia e Numismatica sono quindi molto spesso legate e correlate tra loro, soprattutto per quei ritrovamenti che appartengono ad epoche storiche precedenti al Medioevo, periodo storico a partire dal quale è più semplice reperire fonti scritte.

 

Suddivisione Storica della Numismatica

Dal punto di vista storico noi occidentali abbiamo effettuato una suddivisione di quello che è la numismatica.

Esiste la numismatica antica che comprende tutta la monetazione greca (autonoma, regale e italiana antica), la monetazione romana (romana repubblicana, imperatoriale, imperiale e provinciale) e la monetazione bizantina.

Esistono poi la monetazione medievale, quella moderna e quella contemporanea.

In oriente la suddivisione della numismatica è differente, per loro esistono la monetazione musulmana, indiana e cinese.

 

Negozi, Esperti e Cataloghi

In Italia sono tanti i negozi e gli esperti in questo settore. Esiste anche un’ampia gamma di cataloghi. Meritano una menzione: Numismatica Varesina, Numismatica Ranieri, Numismatica Lago Maggiore e Numismatica Italiana.



Monete di Valore © 2017