Vai al contenuto

2 Euro con Aquila, Germania dal 2002

2 Euro con Aquila, Germania dal 2002

In questo articolo vediamo insieme quanto vale la moneta da 2€ con l’Aquila, cioè la 2€ della Germania. Parliamo quindi di una moneta normale e non di una commemorativa. Questa moneta infatti viene coniata quasi ogni anno dal 2002 ed il suo valore dovrebbe variare in base all’anno di coniazione, oltre che al suo stato di conservazione ed anche in base alla zecca che ha coniato la moneta.

Quanto Vale?

Partiamo dal fatto che se la moneta è circolata, indipendentemente dall’anno di coniazione e dalla zecca di coniazione vale sempre solo 2€. Cosa significa moneta circolata? Una moneta circolata è una moneta che è stata utilizzata e che quindi magari ti è stata data come resto al supermercato.

Purtroppo anche in fior di conio questo genere di moneta non ha grande valore, a meno che non parliamo degli anni 2004, 2005 e 2006 di cui ti parlerò tra poco. Il motivo è dovuto al fatto che la Germania ha 5 zecche che coniano moneta ed ogni anno ciascuna di queste zecche conia milioni di monete. Da questo ne deriva che tutte le monete con l’aquila sono davvero molto comuni, tra di esse non si nasconde assolutamente nessuna rarità.

Quindi, escludendo le monete del 2005 e del 2006 ed alcune del 2004, per tutte le altre monete, anche in fior di conio non si parla di cifre alte. In linea di massima una moneta da 2€ della Germania con l’Aquila in Fior di Conio (cioè non circolata) ha un valore di 4 o 5€.

Parliamo ora delle monete del 2005, del 2006 e di alcune monete del 2004. Nel 2005 e nel 2006 la Germania non ha coniato monete da 2€ destinate alla circolazione. Le uniche monete coniate sono state destinate ai divisionali. Lo stesso discorso riguarda le monete del 2004 appartenenti alle Zecche di Stoccarda e di Karlsruhe (riconoscibili dalle lettere F e G).

Per chi non lo sapesse, un divisionale è un cofanetto che contiene tutte le monete coniate in un determinato anno che è destinato esclusivamente ai collezionisti. Per esempio il divisionale del 2021 conterrà tutte le monete da 1, 2, 5, 10, 20 e 50 centesimi e le monete da 1€ e 2€ coniate nel 2021.

Puoi quindi immaginare che trovare una di queste monete in circolazione è davvero molto ma molto difficile, se non impossibile. Proprio perchè chi acquista un divisionale non si mette poi utilizzare le monete presenti al suo interno per andare a fare la spesa.

Non ti nascondo però che ci sono stati casi di chi ha trovato monete da divisionale in circolazione. Probabilmente erano monete che erano state rubate da qualcuno che non conoscendone il valore è andato poi a spenderle come se fossero monete comunissime, o almeno questa è una mia possibile ipotesi.

Quindi ricapitolando: tutte le monete circolate valgono 2€. Le monete in fior di conio valgono tra i 4€ ed i 5€. Le monete del 2004 che riportano le lettere A (di Ancona), la D (di Domodossola) o J (J di Juventus) valgono sempre 2€ se circolate e tra i 4€ ed i 5€ se in Fior di Conio.

Tutte le altre monete presenti nei divisionali hanno un valore superiore ma è difficile trovarle in vendita singolarmente, solitamente infatti vengono vendute tutte insieme in quanto il set completo dovrebbe dargli un maggior valore.

Io spero con questo articolo di averti fatto capire che anche in questo caso parliamo di una moneta che è davvero molto comune e che non ha grande valore, almeno nella maggior parte dei casi.