Monete di Valore Lire Italiane

Lire Italiane

Ma quanto erano belle le monete in lire? Tutti coloro che le hanno utilizzate sono rimasti legati a queste monete, sia perchè sono state utilizzate per tanti anni e sia perchè il valore d'acquisto di ciascuna moneta permetteva di acquistare qualcosa, al contrario di ciò che oggi accade con i centesimi di euro.


Storia della Lira Italiana

La storia della monete in lire, o se preferisci la storia della Lira, inizia nel 1861, anno in cui arrivò l'Unità Nazionale. E' stata utilizzata sino all'arrivo dell'Euro ed ha avuto validità, ossia corso legale, sino al 28 febbraio del 2002. Al momento del cambio lire/euro, un Euro valeva 1936,27 lire. Alla Lira italiana vanno aggiunte altre due valute che, all'epoca, avevano lo stesso tasso di cambio ovvero avevano lo stesso valore legale. Stiamo parlando della Lira Sammarinese (cioè la Lira della Repubblica di San Marino) e la Lira Vaticana (cioè la Lira dello Stato della Città del Vaticano).

Tutte le Monete in Lire della Repubblica Italiana

I più giovani sicuramente ricorderanno solo le ultime monete che la Zecca di Stato Italiana ha coniato. Ricorderanno quindi le mille lire, le 1000 lire con errore geografico (ossia con la Germania divisa), le 500 lire, le 200 lire, le 100 lire grandi e piccole e le 50 lire grandi e piccole. Ma in passato in Italia abbiamo utilizzato anche altre monete che col tempo, a causa dell'inflazione, hanno pian piano perso valore e sono state sempre meno utilizzate sino alla loro esclusione. Parliamo della 20 lire, della moneta da 10 lire, della 5 lire, della 2 lire e della moneta da 1 lira. Alle classiche monete dobbiamo aggiungere anche il gettone telefonico. Si utilizzava nelle vecchie cabine telefoniche per telefonare (le famose cabine a gettoni) ed avevano un valore di 200 lire.


Quanto Valgono le vecchie Monete in Lire

Il valore delle monete in lire, come per qualsiasi altra moneta, varia in base alla rarità del pezzo ed al suo stato di conservazione. Cosa significa? Una moneta più rara vale sicuramente più di una moneta comune. La rarità della moneta viene determinata dal numero di pezzi che sono stati coniati. Meno pezzi esistono di una moneta e più questa sarà ricercata dai collezionisti e dagli amanti della numismatica. Di conseguenza, il prezzo di mercato salirà. Per quello che riguarda lo stato di conservazione, possiamo affermare che una moneta ben conservata vale molto di più di una moneta che presenta i segni del tempo. I numismatici di tutto il mondo hanno creato una scala di valori che permette di classificare lo stato di conservazione di una moneta. Se avete una moneta FDC, cioè Fior di Conio, questa potrebbe avere un grande valore economico in quanto il suo stato di conservazione si presenterà ottimale.


Lire Italiane

Monete di Valore Lire Italiane
Ma quanto erano belle le monete in lire? Tutti coloro che le hanno utilizzate sono rimasti legati a queste monete, sia perchè sono state utilizzate per tanti anni e sia perchè il valore d'acquisto di ciascuna moneta permetteva di acquistare qualcosa, al contrario di ciò che oggi accade con i centesimi di euro.


Storia della Lira Italiana

La storia della monete in lire, o se preferisci la storia della Lira, inizia nel 1861, anno in cui arrivò l'Unità Nazionale. E' stata utilizzata sino all'arrivo dell'Euro ed ha avuto validità, ossia corso legale, sino al 28 febbraio del 2002. Al momento del cambio lire/euro, un Euro valeva 1936,27 lire. Alla Lira italiana vanno aggiunte altre due valute che, all'epoca, avevano lo stesso tasso di cambio ovvero avevano lo stesso valore legale. Stiamo parlando della Lira Sammarinese (cioè la Lira della Repubblica di San Marino) e la Lira Vaticana (cioè la Lira dello Stato della Città del Vaticano).

Tutte le Monete in Lire della Repubblica Italiana

I più giovani sicuramente ricorderanno solo le ultime monete che la Zecca di Stato Italiana ha coniato. Ricorderanno quindi le mille lire, le 1000 lire con errore geografico (ossia con la Germania divisa), le 500 lire, le 200 lire, le 100 lire grandi e piccole e le 50 lire grandi e piccole. Ma in passato in Italia abbiamo utilizzato anche altre monete che col tempo, a causa dell'inflazione, hanno pian piano perso valore e sono state sempre meno utilizzate sino alla loro esclusione. Parliamo della 20 lire, della moneta da 10 lire, della 5 lire, della 2 lire e della moneta da 1 lira. Alle classiche monete dobbiamo aggiungere anche il gettone telefonico. Si utilizzava nelle vecchie cabine telefoniche per telefonare (le famose cabine a gettoni) ed avevano un valore di 200 lire.


Quanto Valgono le vecchie Monete in Lire

Il valore delle monete in lire, come per qualsiasi altra moneta, varia in base alla rarità del pezzo ed al suo stato di conservazione. Cosa significa? Una moneta più rara vale sicuramente più di una moneta comune. La rarità della moneta viene determinata dal numero di pezzi che sono stati coniati. Meno pezzi esistono di una moneta e più questa sarà ricercata dai collezionisti e dagli amanti della numismatica. Di conseguenza, il prezzo di mercato salirà. Per quello che riguarda lo stato di conservazione, possiamo affermare che una moneta ben conservata vale molto di più di una moneta che presenta i segni del tempo. I numismatici di tutto il mondo hanno creato una scala di valori che permette di classificare lo stato di conservazione di una moneta. Se avete una moneta FDC, cioè Fior di Conio, questa potrebbe avere un grande valore economico in quanto il suo stato di conservazione si presenterà ottimale.