Quando si parla delle monete da 500 lire la maggior parte della gente fa riferimento alle monete bimetalliche, quelle argentate al centro e dorate nella parte esterna. Non tutti sanno che prima della moneta bimetallica furono coniate altre monete in argento. In questa guida vedremo quali sono i valori delle diverse monete, sia in argento che bimetalliche della Repubblica Italiana.

 

500 lire Argento

Come già detto, prima delle monete bimetalliche furono coniate ben 3 differenti monete da 500 lire in Argento 835.

 

Valore Moneta 500 lire Caravelle in Argento

Valore Moneta 500 lire Caravelle in Argento

La 500 lire in Argento raffigurante le Caravelle

La prima moneta da 500 lire coniata fu quella raffigurante le Caravelle. I primi pezzi di Prova furono coniati nel 1957 ed hanno un valore davvero molto alto.

La moneta di Prova modello Caravelle si riconosce non solo per la parola PROVA impressa sulla moneta ma anche per un piccolo dettaglio molto rilevante: le bandiere degli alberi maestri delle caravelle risultano essere controvento e quindi voltate dalla parte opposta rispetto a quelle delle monete normali.

Il valore della moneta da 500 lire Caravelle con la scritta PROVA e con le bandierine rivolte nel senso contrario del 1957 vale in buone condizioni circa 5.000€. I prezzi, in base alle condizioni, possono arrivare sino ad 8.000€ per un fior di conio.

Tutte le monete prodotte nel 1958, 1959, 1960 e 1961 hanno un valore di circa 5€ in buone condizioni sino ad arrivare a valere anche oltre i 30€ se in fior di conio.

Nel 1962 e nel 1963 questa moneta non fu coniata per dar spazio alla 500 lire del Centenario dell’Unità d’Italia. Dal 1964 la moneta fu regolarmente coniata sino al 2001. Logicamente i più giovani si staranno chiedendo come è possibile che non hanno mai visto questa moneta se è stata coniata fino al 2001. La risposta è semplice: negli anni 80 fu introdotta la 500 lire bimetallica e da quel momento in poi la moneta d’argento fu coniata solo a scopo collezionistico. In ogni caso, le annate con un valore superiore ai 100€ sono il 1983, 1988, 1995, 1997, 1988, 1995, 1997 e 2001.

 

Valore Moneta 500 lire Unità d’Italia in Argento

Valore Moneta 500 lire Unità d'Italia in Argento

Moneta del Centenario d’Italia 1861-1961

 

La moneta da 500 lire del 1° Centenario Unità d’Italia fu coniata dal 1961 al 1963. Vi è però un piccolo particolare da segnalare: non troverete mai una di queste monete con la data 1962 o 1963 perché anche se furono coniate in quegli anni lo stampo utilizzato fu sempre quello riguardante il 1961. Si trovano quindi in circolazione monete del 1962 e del 1963 coniate con la data del 1961. Probabilmente è proprio questo fattore che ne determina un valore irrisorio, o almeno si fa per dire, di circa 6€ per un pezzo in condizioni ottimali.



 

Valore Moneta 500 lire Dante Alighieri in Argento

Valore Moneta 500 lire Dante Alighieri in Argento

500 Lire raffigurante Dante Alighieri

Nel 1965 per festeggiare il 7° Centenario della Nascita di Dante Alighieri fu coniata questa splendida moneta. Ne fu coniata una in versione prova (davvero molto rara) e poi quella destinata alla circolazione. La moneta con la scritta PROVA fu regalata esclusivamente ai dipendenti della zecca e proprio per questo motivo una di queste monete può arrivare a valere oltre 4.000€. Per le monete normali invece, il valore di una 500 lire in argento di Dante Alighieri può arrivare intorno ai 10€.

 

Valore Moneta 500 lire Bimetallica

Valore Moneta 500 lire Bimetallica

La classica 500 lire che tutti noi ricordiamo

Ed eccoci arrivati a parlare delle quotazioni della 500 lire più conosciuta, quella composta da acmonital e bronzital. Questa moneta fu una vera e propria innovazione, non solo per la nuova tipologia che utilizzava due diversi tipi di metallo ma anche perché riportava il suo valore in Braille, cioè con i caratteri utilizzati dai non vedenti.

Questa moneta da 500 lire fu coniata dal 1982 sino al 2001. Durante l’arco degli anni furono emesse monete con la testa piccola (1992, 1993 e 1998), monete con la testa media (1982, 1983, 1984, 1985, 1986, 1987, 1994, 1995, 1996, 1997, 2000 e 2001) e monete con la testa grande (1988, 1989 e 1990). L’anno 1991 fu caratterizzato dal fatto che le furono coniate sia monete con la testa piccola che monete con la testa grande.

Ma quanto valgono queste monete? Parliamo delle versioni classiche e non commemorative, di quelle ci occuperemo tra poco. Dal 1982 sino al 1995 il loro valore è di circa 2€ in perfette condizioni. La 500 lire del 1991 con testa grande può valere però anche più di 10€. Per gli anni successivi le monete hanno un valore superiore ai 10€ solo se conservate in qualità fondo specchio e quindi questi valori valgono solo per le monete mai circolate.

 

500 lire Banca d’Italia

Nel 1993 fu coniata una moneta per festeggiare il Centenario della Banca d’Italia. Questa moneta fu coniata nel 1° tipo e nel 2° tipo ma in nessun caso il suo valore arriva a superare i 2€.

 

500 lire Luca Pacioli

La moneta raffigurante Luca Pacioli fu coniata nel 1994 per festeggiare il suo 500° compleanno (1494-1994). Anche il valore di questa moneta è molto basso, di circa 1€.

 

500 lire Istat

Questa venne coniata nel 1996 per festeggiare i 70 anni dell’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT). Valore stimato di 1€.

 

500 lire Polizia Stradale

Anche la Polizia di Stato, in particolare la Polizia Stradale ha una 500 lire commemorativa coniata nel 1997. Fu coniata per festeggiare i 50 anni dall’istituzione della PolStrada. Anche la quotazione di questa moneta è di 1€.

 

500 lire IFAD

Per alcuni questa moneta potrebbe sembrare rara ma purtroppo non lo è. Fu coniata nel 1988 per festeggiare i 20 anni della Fondazione IFAD ed il suo valore è di 1€.

 

500 lire Elezioni Del Parlamento Europeo

Altra moneta da 500 lire commemorativa coniata nel 1999. Il suo valore è di solo 1€ e fu creata per festeggiare il 20° elezioni dirette del Parlamento Europeo.