| 

2 Euro Raffaello Sanzio 2020 Vaticano


Caratteristiche

Valore Nominale: 2 Euro

Evento Commemorazione: 500º anniversario morte Raffaello Sanzio

Data di Emissione: 16 Ottobre 2020

Autore della Moneta: Silvia Petrassi

 

Tiratura

Pezzi Totali: 79.500

Pezzi in Folder FDC: 67.000

Pezzi in Cofanetto Fondo Specchio: 9.000 Proof

Pezzi in Busta Filatelico Numismatica: 3.500 monete in FDC con francobolli da 1,10€ e 1,15€

 

Raffaello Sanzio

Raffaello Sanzio (in originale: Raffaello Santi) è stato un pittore, architetto e scenografo italiano, considerato uno dei massimi esponenti dell’arte rinascimentale e uno dei più grandi artisti di tutti i tempi. Nato a Urbino nel 1483, Raffaello si trasferì a Firenze all’inizio del XV secolo, dove divenne allievo di Leonardo da Vinci e di Michelangelo. In seguito, si trasferì a Roma, dove divenne famoso per le sue opere di genere religioso, come ad esempio “La Madonna di Foligno” e “La Trasfigurazione”, ma anche per i suoi ritratti, come ad esempio “Il ritratto di Baldassarre Castiglione” e “Il ritratto di Elisabetta Gonzaga”.

Raffaello è conosciuto soprattutto per le sue opere di grande eleganza e bellezza, che rappresentano la perfezione delle forme e dei colori. La sua pittura è caratterizzata da un uso equilibrato del chiaroscuro, ovvero del contrasto tra luci e ombre, e da una grande attenzione ai dettagli.

Raffaello morì a Roma nel 1520, a causa di una febbre, e la sua figura è stata celebrata in tutto il mondo, e le sue opere sono esposte in alcune delle più importanti gallerie d’arte del mondo.

 

Come è Fatta

Vediamo ora come è fatta la moneta e poi parliamo del suo valore.  Possiamo subito notare che la faccia della moneta è divisa in due sezioni. Sul lato sinistro troviamo l’autoritratto di Raffaello (che è tratto da un affresco chiamato “La Scuola di Atene, oggi ammirabile presso i Musei Vaticani di Roma). Sul lato destro troviamo due Angeli che fanno parte dell’opera chiamata “La Madonna Sistina”. Ad oggi quest’opera è presente presso la Pinacoteca dei Maestri Antichi di Dresda, quindi in Germania.

Sopra i due angeli troviamo la scritta Raffaello Sanzio e gli anni della commemorazione: 1520 e 2020. Il 1520 è l’anno della morte di Raffaello mentre il 2020 è l’anno del cinquecentenario oltre che l’anno di coniazione di questa moneta.

Sotto gli angeli troviamo prima la scritta Città del Vaticano e poi la piccola R della Zecca di Roma. Per chi non lo sapesse, le monete della Città del Vaticano sono coniate dalla Zecca di Roma.

Ancora più sotto sono presenti le firme dell’autore Daniela Longo e dell’incisore Silvia Petrassi. Come sempre, nel bordo esterno, cioè nella zona argentata, troviamo le 12 stelle dell’Unione Europea.

 

 

Quanto Vale?

Passiamo ora al valore di questa moneta, Quanto Vale la moneta da 2€ della Città del Vaticano del 2020 dedicata a Raffaello Sanzio? Se si fa qualche ricerca online è necessario fare attenzione, nel 2020 anche la Repubblica di San Marino ha emesso una moneta dedicata a Raffaello, quindi occhio a non confondere le due monete.

Come ti dicevo inizialmente la moneta del Vaticano si può trovare in tre diverse versioni: in Folder, in Busta Filatelico Numismatica e in versione Proof in Cofanetto.

La moneta in Fior di Conio nella versione Folder oggi viene venduta tra i 30€ ed i 35€.

La moneta in Fior di Conio in Busta Filatelico Numismatica, cioè insieme a due particolari francobolli commemorativi, è molto difficile da reperire e ad oggi viene venduta tra 60€ ed i 70€.

La moneta più bella è sicuramente quella nella versione Proof, cioè nella versione Fondo Specchio, custodita in cofanetto. Si tratta di una vera e propria opera d’arte che oggi viene venduta intorno ai 60€.